Tuesday, May 6, 2014

Pietra Ligure, Liguria - Invasioni Digitali Step by Step



In un clima tiepido, tra sole e nuvole, lunedì 28 Aprile, dalle 10 di mattina fino alle prime ore del pomeriggio, abbiamo compiuto la nostra Invasione Digitale a Pietra Ligure.
Ognuno di noi ha condiviso in tempo reale, sui social network, informazioni e immagini,  diffondendo e valorizzando il patrimonio artistico di questa città (vedi Invasioni Digitali: il manifesto)
Tre gentilissime guide, si sono succedute e, attraverso storia, aneddoti, e leggende hanno reso l'invasione interessante e divertente.

Punto di partenza: la Basilica di San Nicolò

La facciata della Basilica di San Nicolò

La costruzione della chiesa parrocchiale, venne decisa per voto, dalla Comunità, in seguito al miracolo della liberazione dalla peste, operata secondo la leggenda popolare, da parte di San Nicola di Bari, nel 1525. Tuttavia, le discussioni sul luogo dell'edificazione proseguirono fino alla prima metà del XVIII secolo. I lavori iniziarono nel 1750 e terminarono nel 1791. 

Gianni Genere, il nostro cicerone

Il nostro cicerone, Giannni Genere, ci ha spiegato che il selciato sul sagrato, formato da pietre bianche e nere, aveva la funzione di stuioia e tratteneva la maggior parte dello sporco all'esterno della Basilica.
Sul selciato è raffigurato lo stemma dell'antico borgo di Pietra, in memoria della costruzione della chiesa che, benché incompiuta, e con un solo campanile, venne benedetta il 25 novembre del 1791, data che si legge sotto lo stemma.


L'interno, elegente, è caratterizzato da statue, simboli, stucchi, decorazioni e affreschi.



La Cappella del Sacro Cuore

Statua di San Nicolò di Bari, Patrono di Pietra Ligure

Nella volta, raffigurante il Paradiso, è rappresentato San Nicolò che chiede, a Nostra Signora del Soccorso, di intercedere presso la SS. Trinità per ottenere la liberazione della città dalla peste.





Da San Nicolò abbiamo attraversato i carrugi 


fermandoci davanti al "caruggiu guersu".


"u caruggiu guersu"

Qui abbiamo appreso dal nostro cicerone che, nella seconda metà del XIV sec. le dimensioni della Chiesa di San Nicolò erano insufficienti, così si decise di demolire il vecchio edificio e costruirne, sullo stesso punto, uno nuovo e più ampio. Durante la costruzione furono demolite le case limitrofe e venne chiusa la strada parallela, dando cosi origine a due strade chiuse, una di queste è Via Giobatta Chiappe conosciuta appunto con il nome di caruggiu guersu.

Abbiamo poi raggiunto la caratteristica piazza vecchia


e siamo entrati nell' Oratorio dei Bianchi, antica Chiesa parrochiale di Pietra Ligure edificata intorno al IX secolo e ricostruita nel 1384.



Nel 1791, quando fu inaugurata la nuova chiesa parrocchiale (la Basilica di San Nicolò), l’edificio fu abbandonato e nel 1796 venne concessa, dal Parlamento pietrese, alla Confraternita dei Disciplinanti, come nuovo Oratorio della Concezione o “dei Bianchi”.


Abbiamo visitato l'interno dell'Oratorio.



Ultima Cena: olio su tela dell'ultimo quarto del XVI secolo.

  Giuda, seduto da solo, sul lato opposto del tavolo, vicino ad un gatto,probabile simbolo del tradimento imminente.

In occasione dell'Invasione Digitale, ci è stato permesso visitare anche il campanile.
Abbiamo così visto la campana in bronzo che, come narra la leggenda, suonò a festa nel 1525, per annunciare la fine della peste, avvenuta grazie al miracolo di San Nicola di Bari.


La campana del miracolo con l'impronta di San Nicolò

Passando dall'entrata principale del Ristorante Al Castello



guidati da Angelo Ingrao, nella sala da pranzo, abbiamo osservato la base dello scoglio su cui fu costruito il Castello di Pietra Ligure.


La Pietra era il nome antico della città (deriva dal latino Castrum et Oppidum Petrae). 
Il nome faceva riferimento all'imponente scoglio su cui fu costruito l'accampamento romano.
Il castello, ampliato nel periodo delle invasioni barbariche e saracene (VI-IX secolo), era di proprietà vescovile e raggiunse le sue attuali dimensioni nel XVI secolo.



Salendo una scalinata all'interno del ristorante, siamo passati al piano superiore, per osservare da vicino parti del castello solitamente non accessibili al pubblico.




Proseguendo la salita, abbiamo raggiunto la parte più alta del castello che domina la baia, la costa e le colline circostanti.




Angelo Ingrao, il nostro cicerone al castello


Dopo aver visitato il castello, ci siamo fermati ad osservare Il Cristo dei Carrugi (1500).

Lo sguardo del Cristo dei Carrugi è soggetto alla variabilità dell'occhio dell'osservatore. 
Un'illusione ottica ci fa credere che i suoi occhi ci seguano ovunque ci spostiamo (come gli occhi della Monna Lisa di Leonardo :).


Abbiamo proseguito per i carrugi


fino ad arrivare all'Oratorio della SS Annunziata dove, il nostro terzo cicerone, il vigile Alessandro Marinelli, ci ha fatto da guida mostrandoci l'interno mai aperto al pubblico. La chiesa, nel 1809, venne concessa come Oratorio alla Confraternita della Morte e Orazione e ne diventò la sede.




Dopo pranzo, ci siamo fermati davanti al Municipio,


abbiamo osservato le inserzioni, di stile romano, incastonate nel portale


ed abbiamo camminato ancora un po', con il nostro cicerone,  per le vie del centro storico, finché la pioggia ha interrotto la nostra Invasione.


Gli Invasori Digitali
 
Invasione Compiuta!

 
Organizzazione

La manifestazione è avvenuta grazie alla collaborazione delle tre principali associazioni pietresi, Associazione Albergatori, Bagni Marini e Associazione Facciamo Centro, al fine di  promuovere il  territorio e far conoscere la storia di questo luogo noto prevalentemente come località balneare.
L'Associazione Albergatori ha curato l'organizzazione dell'evento.
I Bagni Marini hanno acquistato i gadget. 
l'Associazione Facciamo Centro si è occupata dell'aperipranzo.
Le associazioni pietresi hanno inoltre offerto i pasti e le camere in cui abbiamo pernottato.  

Tre ciceroni hanno reso l'Invasione interessante, colorandola con aneddoti e leggende: Gianni Genere, la  Guida che ci ha accompagnato per tutto il tour di Pietra Ligure,  Angelo Ingrao, del Ristorante AL Castello, che ha documentato la visita ... al Castello e, Alessandro Marinelli,  il vigile che ci ha raccontato la storia dell'Oratorio dell'Annunziata.

L'evento è stato realizzato da: 

Sara Battaglia  Bed & Breakfast Il Ghiro Ghiotto che ringrazio per avermi contattato e assistito, prima, durante e dopo l'evento.
                         
Deborah Giusto   Camping dei Fiori

Stefano Caldana  Hotel Bristol
                    
Fabio Raimondo  Hotel Capri Family
  

Visita al Castello

Grazie al  Ristorante Al Castello abbiamo potuto visitare e conoscere particolari noti a pochi.


Aperipranzo

Tra la visita all'Oratorio della SS Annunziata e il giro per il Centro Storico, abbiamo fatto una pausa ed abbiamo gustato un ottimo aperipranzo preparato dal Bar Cafètoso di Renata e dal ristorante attiguo, Osteria Da Ciâssa Növa di Nino e Simona. 
Grazie mille, era tutto buonissimo!!!







Ospitalità

Ringrazio Fabio Raimondo e la sua famiglia, per avermi ospitato presso l' Hotel Capri
Grazie a Luigina, la mamma di Fabio, che mi ha "scarrozzato" durante tutti i miei spostamenti.
Grazie mille per il vostro supporto, la calda accoglienza e il clima così familiare!!!


Hall

Hall

Sala da pranzo

Sala giochi

Ed ecco la mascotte dell'Hotel, sempre vigile e attenta!


Invasioni Digitali

Un ultimo ringraziamento, ma non meno importante, va alle

http://www.invasionidigitali.it/it/content/lidea
 
Il potere di un'invasione digitale è veramente grande!
Quest'invasione ha permesso, a noi partecipanti e a tutti coloro che ci hanno seguito sui social media, di esplorare una parte di Pietra Ligure conociuta solo da pochi.

Potete ripercorrere l'Invasione Digitale a Pietra Ligure attraverso i nostri tweet in Storify by visitPietraLigure 

 Dulcis in Fundo ...

E' vero, durante questa Invasione Digitale abbiamo visitato un'aspetto poco conosciuto di Pietra Ligure, squarci di storia e di arte ma ... come posso terminare il mio post senza aver pubblicato almeno qualche foto della spiaggia e del mare di Pietra scattate nel tardo e  nuvoloso pomeriggio prima dell'Invasione? :)








  
P.S. Pietra Ligure è fornita di una spiaggia attrezzata per animali domestici (non è così facile trovarne una in Liguria!). Avendo amici a 4 zampe sono rimasta positivamente colpita!



Un abbraccio a Pietra Ligure



 a tutti gli Organizzatori e a tutti gli Invasori!!!


Per ulteriori informazioni su Pietra Ligure (dove mangiare, dormire e cosa fare durante il vostro soggiorno) visitate il sito:

http://www.pietraligurehotel.com/



Fonti:
Parrocchia di San Nicolò
Riviera Ligure
Wikipedia: Castello di Pietra Ligure



Post & Pics by Rita Bellussi, La Danza della Creatività
Copyright © La Danza della Creatività - All Rights Reserved